Con il Bando “Ricerca & Innovazione 2016” di Regione Lombardia con riferimento esclusivo alla sottomisura A2, startup e aspiranti imprenditori possono beneficiare di contributi a fondo perduto utilizzabili per le spese riguardanti gli spazi (affitto) e i servizi specialistici offerti da un incubatore certificato come il nostro.

Abbiamo pensato di riassumere qui i principali requisiti della parte del bando a cui ci riferiamo, utili per accedere a questi fondi oltre che le coordinate per presentare la propria domanda.

Bando Ricerca & Innovazione 2016 – Sottomisura A2

Obiettivo

Favorire i processi di innovazione delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) lombarde con l’obiettivo di avvicinare le imprese ai temi dello sviluppo tecnologico tramite una partecipazione attiva dei diversi soggetti dell’ecosistema dell’innovazione alla realizzazione dei processi innovativi.

(Vedi bando Misura A per contenuti richiesti)

La Misura A intende favorire la realizzazione di progetti per la creazione e lo sviluppo di nuove e innovative tecnologie e servizi digitali che:

  1. utilizzino le tecnologie Internet of Things, eventualmente associate ad almeno uno tra i seguenti paradigmi informatici: Robotics, Big Data, Cloud Computing, Additive manufacturing,
  2. abbiano ricadute e impatto in una delle 8 macrotematiche di sviluppo basate sul concetto di Smart Cities & Communities (tabella in allegato al bando).

Soggetti beneficiari interessati

  • Startup a prevalente titolarità giovanile:
    • Imprese iscritte e attive come Società di persone o di capitali da non più di 48 mesi dalla data di pubblicazione del bando
    • Almeno 50% componenti dell’impresa (soci e amministratori) con età non superiore ai 35 anni (compiuti alla data di presentazione della domanda)
  • Aspiranti giovani imprenditori:
    • Persone fisiche che
    • Si impegnano a costituire una Società di persone o di capitali (entro 90 giorni dalla pubblicazione sul BURL del decreto di assegnazione del contributo)
    • in cui almeno il  50% dei componenti dell’impresa (soci e amministratori) abbia un’età non superiore ai 35 anni al momento della validazione

– Requisiti:

  • Sede legale e/o sede operativa in una provincia lombarda (nel momento della presentazione della rendicontazione finale)
  • non beneficiare di altri aiuti pubblici a valere sulle medesime spese ammissibili sostenute
  • non già beneficiari del bando “Ricerca e Innovazione 2015”

Contributi

Contributo a fondo perduto di importo fisso, erogato a saldo all’impresa sulla base della rendicontazione.

Investimento minimo (sommatoria spese ammissibili obbligatoriamente da sostenere): 30.000€

Importo contributo fisso: 20.000€

Spese ammissibili

Obbligo di compilazione di un piano finanziario annuale con le diverse voci di spesa (al netto dell’IVA), indicando i contenuti e la destinazione delle stesse, allegando i relativi preventivi di spesa riportanti la ragione sociale e partita IVA del fornitore.

Spese ammissibili: utilizzo di spazi (affitto) e dei servizi specialistici offerti da un incubatore certificato con sede legale e operativa in Lombardia.

Presentazione domanda

Esclusivamente via telematica con la modulistica disponibile online a www.bandimpreselombarde.it con scadenza alle ore 12.00 del 27/10/2016.

Le Startup giovanili devono presentare il modulo sottoscritto con firma digitale forte.

Ammissione contributo

La graduatoria è pubblicata sul BURL e i suoi esiti comunicati ai soggetti interessati.

Le domande “ammesse non finanziabili per esaurimento delle risorse disponibili” possono essere successivamente finanziate nel caso in cui entro massimo 90 giorni dalla data di pubblicazione del decreto di concessione si liberino risorse in seguito a rinunce o decadenze.

Entro 90 giorni dalla pubblicazione, l’impresa deve accedere all’indirizzo www.bandimpreselombarde.it e validare il contributo/voucher richiesto, a pena di decadenza, inserendo la data e l’importo della prima fattura del progetto (effettivo) e allegando la fattura (e, solo per gli aspiranti imprenditori della sottomisura A2, indicando la ragione sociale dell’impresa costituita e la provincia della nuova sede).

Rendicontazione

L’impresa ha 365 giorni a disposizione dalla data di pubblicazione sul BURL del decreto di assegnazione per la realizzazione del progetto e deve presentare, entro 60 giorni dalla data di conclusione del progetto, la rendicontazione online (sottoscritta con firma digitale) all’indirizzo www.bandimpreselombarde.it a pena di decadenza.

Le imprese devono fornire la seguente documentazione online:

  • relazione tecnica della realizzazione del progetto
  • le fatture quietanzate
  • il questionario di valutazione sulle procedure di accesso al contributo e sulle caratteristiche dell’intervento realizzato

Liquidazione

Successivo alla verifica della correttezza della rendicontazione ad opera delle Camere di commercio lombarde, la Camera di commercio territorialmente competente eroga all’impresa l’importo del contributo entro 60 giorni dall’invio e verifica della rendicontazione online.

Al fine dell’erogazione, il progetto deve essere realizzato raggiungendo gli obiettivi dichiarati e con spese effettive e riconosciute (IVA esclusa) superiori o uguali all’investimento minimo e non inferiori al 70% delle spese ammissibili in domanda, pena la decadenza.

davidesilva