Giugno, it’s time to #celebrate!

Giugno segna sul calendario un po’ un giro di boa, è lo spartiacque tra i traguardi raggiunti e le conquiste che ancora ci attendono. E quale momento migliore per celebrare ciò che è stato e ciò che sarà, insieme? Perché quando un evento viene condiviso con un’intera community diventa una pietra miliare capace di creare ponti che uniscono le persone oltre lo spazio e il tempo. Ce lo dice Chiara Baiguini, fondatrice di Promopartner ed esperta di eventi e comunicazione. Le abbiamo chiesto qual è il punto di contatto tra il suo lavoro e la community di Impact Hub Milano. Questa è la sua risposta:

 

Quando si pensa a un evento, a una festa, a una celebrazione difficilmente non si riesce a sentire quella sensazione di solletico allo stomaco, è l’emozione data dalla consapevolezza che qualcosa di bello e di grande sta per accadere, e tu sai di essere lì pronto  a goderne fino in fondo.

Fino a qualche anno fa tutto quello che si poteva fare era vivere il momento, l’hic et nunc, per poi raccontarlo attraverso le proprie parole a chi lì non c’era, cercando di trasmettergli almeno una parte di quell’esperienza unica appena vissuta.

L’avvento della tecnologia ha completamente stravolto anche il nostro modo di vivere gli eventi, scardinando il concetto principale di unicità del momento, trasformando l’esperienza da momentanea e per pochi a un evento per una vera e propria community.

E così il concetto di condivisione di un’esperienza si amplifica, superando i limiti di spazio e tempo, avvicinando le persone, unendole grazie la condivisione di una passione comune.

Partendo proprio da questa consapevolezza, e dal nostro innato interesse alle dinamiche di community e condivisione abbiamo deciso di sviluppare format di eventi digitali che ci consentono di superare le barriere linguistiche, culturali e di spazio.

La platea si amplifica, le distanze si accorciano e tutto è possibile, quello che conta è essere insieme  per celebrare il momento in un legame virtuale che abbraccia tutto il mondo.

Questo è proprio quello che è successo con il progetto che abbiamo seguito per il comune di Siena, nella cerimonia commemorativa per la scomparsa di Nelson Mandela, un evento mediatico, un ponte virtuale che per una notte ha gemellato Siena al Sud Africa intero, grazie ad un’attività di live tweet proiettati sulla Torre del Magia. Un’esperienza unica che ha avuto un’importante riverbero comunicazionale e che ha mostrato appieno le potenzialità e la forza dei nuovi mezzi nel creare community e condivisione, grazie alla grande partecipazione di cittadini sud africani, che ingaggiati attraverso Facebook, hanno potuto rendere omaggio al loro leader anche a Siena.

E così, grazie all’innovazione e alla voglia di scoprire nuovi linguaggi, nasce un nuovo concetto di evento digitale, aprendo nuove strade a nuove realtà in un mercato ormai saturo, ma sempre alla ricerca di nuove formule di spettacolarizzazione per mantenere alto il carico emozionale e farti provare ancora una volta quel solletico allo stomaco.

Chiara Baiguini

vita_sgardello