Il teorico dell’economia “peer-to-peer” Michel Bauwens, recentemente in visita a Impact Hub Amsterdam, commentava a proposito dell’Hub:

In questi laboratori sperimentali di pratiche collaborative stiamo costruendo non solo l’infrastruttura civica della cooperazione, ma anche una nuova cultura, basata su una relazione paritaria tra soggetti. Impact Hub è uno di quei luoghi connessi a livello globale dove si sta costruendo il futuro”.

È questa la ragione per la quale 6 Impact Hubs (Amsterdam, Bucarest, Londra-Kings Cross, Milano, Stoccolma, e Vienna) hanno unito le forze in rappresentanza di 6 macro-regioni europee e – in partnership con i-propeller, DIESES, la European Association of Development Agencies (EURADA), la European Network of the Foundations for Social Economy (PEFONDES), e la Fondazione Cariplo – lanciano il 1 maggio il progetto BENISI.

BENISI – Building a European Network of Incubators for Social Innovationè un progetto di tre anni finanziato dalla Commissione Europea per creare una rete d’incubatori per innovazione sociale che consenta di scalare 300 innovazioni sociali in tutt’Europa.

Quella Europea non è certo una crisi d’opportunità. All’interno dei nostri Hubs, giorno dopo giorno, vediamo l’impegno di centinaia di imprenditori che vogliono dare il loro contributo alla costruzione di un futuro migliore attraverso start-up a impatto sociale e ambientale”, dice Alberto Masetti-Zannini, fondatore di Hub Milano e coordinatore per conto della rete di The Hub del progetto BENISI.

Di che infrastruttura abbiamo bisogno per realizzare idee che cambiano il mondo? Durante il recente Global Gathering della rete di The Hub, sono state usate parole come collaborazione trans-locale o imprese poli-centriche. Questi cambiamenti nel panorama economico ci danno l’opportunità di riconsiderare come gli imprenditori di oggi stiano creando nuove forme di business, e come la rete di The Hub sia in grado di offrir loro un’infrastruttura utile a scalare le loro iniziative. Grazie a BENISI, i membri dell’Hub beneficeranno di relazioni tra Hubs più forti e potranno costruire imprese poli-centriche in diverse città d’Europa, la risposta locale e socialmente responsabile all’era delle multinazionali.

Quali sono le innovazioni sociali da scalare in Europa oggi? Come fa un imprenditore a capire se è pronto a esportare la sua impresa? Di che strumenti ha bisogno per farlo? Queste sono solo alcune delle domande che troveranno risposta grazie al progetto BENISI. Il punto di partenza di quest’avventura è la convinzione che la collaborazione trans-locale tra persone che condividono il desiderio di risolvere i problemi più urgenti del nostro tempo costituisca la base più solida e promettente per costruire imprese internazionali e sostenibili. Il punto di partenza saranno 300 innovazioni sociali di grande rilievo presenti tra 3 anni in tutt’Europa.

Stay tuned…

 

– di Tatiana Glad, HUB Amsterdam e Alberto Masetti-Zannini, HUB Milano; co-hosts del Cluster UE della rete di The Hub

Scrivi al tuo HUB locale se sei interessato a scalare la tua innovazione sociale.

Hubbers, seguite #benisi su HUBnet.

Scarica il comunicato stampa qui.