Torna l’appuntamento in cui diamo spazio a progetti, sogni, idee dei membri della nostra Community. Lo facciamo chiacchierando con loro e facendoci raccontare i loro lavori più recenti. Questa volta Nicola Ciancio ci ha parlato del suo ultimo progetto.

Intervista a Nicola Ciancio

Ciao Nicola, di cosa tratta il tuo progetto?
Non Riservato è prima di tutto una rete, una rete aperta che vuole unire le diverse organizzazioni che fanno attività creative negli spazi pubblici a Milano. Oltre alle normali attività di rete ci concentriamo sul fare e su produrre progetti che amplifichino il potenziale di impatto che le organizzazioni della rete possono avere. I temi di Non Riservato sono: spazio pubblico (inteso come luogo dell’incontro occasionale e gratuito), socializzazione (coesione sociale ma anche condivisione di momenti speciali e partecipazione attiva), creatività (arte, giochi, sport, design, etc…, vissuti non solo come fruitori ma come parte attiva del processo di creazione e trasformazione)
Non Riservato sviluppa la sua attività attraverso 3 azioni strategiche: la produzione di progetti generati dalla collaborazione fra gli associati, la presenza di servizi come la comunicazione, materiali tecnici condivisi, la sede, etc.., la formazione attraverso un ciclo di corsi.

In che maniera il tuo progetto rende il mondo migliore?
Condividendo obiettivi e strategie creando così una progettualità condivisa con le organizzazioni piccole e medie che fanno questo tipo di interventi a Milano, facendo così in modo che i loro interventi non si disperdano.
Cercando di dare ossigeno a quei fenomeni nati dal basso che potrebbero nel futuro diventare dei modelli di riferimento intervenendo in maniera positiva così sulla mortalità di questo tipo di organizzazioni.
Generando una trasformazione nell’uso e nella percezione dello spazio pubblico da luogo di passaggio frettoloso in luogo di incontro.

Qual è stato il tuo momento di maggior difficoltà?
Quello di startup di progetto che dura ancora dove gli imprevisti e le modifiche necessariamente dettate dall’attuazione del progetto hanno generato dei ritardi sulla tabella di marcia del progetto con relativi ritardi anche nello sviluppo di income.

Qual è stato invece il tuo maggior successo?
Il maggior successo è quello di interesse riscontrato da parte delle organizzazioni milanesi ad aderire al progetto. Siamo partiti a gennaio in 16, oggi siamo 20 ed a breve ci allargheremo nuovamente diventando 30 entro la fine del prossimo anno.

Perché sei stato a Impact Hub Milano e cosa ti ha dato essere parte di questa rete?
Sono entrato in Hub per conoscere nuove realtà che come me operassero sul territorio.
Essere parte della rete mi ha permesso di conoscere nuove realtà ma anche nuove modalità di operare.

– Link utili! –
Se vi interessano i corsi organizzati da Nicolaio2
Non riservato website                                            
Non riservato Facebook Fanpage
Evento di presentazione nuovo progetto