Per partecipare alla seconda edizione della Impact Hub Fellowship lanciata da Impact Hub Milano insieme a AXA Italia e dedicata questa volta al tema dell’e-health c’è tempo fino al 19 aprile 2015. In attesa di conoscere i vincitori di quest’anno, abbiamo chiesto al team di ULife di raccontarci l’incredibile percorso di cui sono stati protagonisti e che grazie alla Fellowship for Longer Lives gli ha permesso di realizzare la loro visione: garantire ai 4 milioni di italiani che oggi non possono viaggiare per condizioni legate all’ età o alla salute, la possibilità di godere del piacere di viaggiare. Questi i loro consigli per chi si candiderà.

Quali sono state le maggiori sfide ma anche le più grandi soddisfazioni incontrate durante il percorso d’incubazione? 

Il percorso d’incubazione è stato ricco di soddisfazioni così come di sfide. Il più grande traguardo raggiunto è stato sicuramente riuscire a rendere un progetto di natura sociale come ULife una vera e propria impresa economicamente sostenibile nel lungo periodo, prevedendo la crescita e la scalabilità dell’idea stessa. Trasformare invece l’idea iniziale in un’impresa è stata la grande sfida, insieme a rendere coeso e strategico il team.

Come il percorso d’incubazione ha influito sul vostro progetto d’impresa e sulla vostra vita personale?

Il percorso ci ha consentito di accrescere le nostre competenze specifiche in termini imprenditoriali, anche se gestire il tempo da dedicare al progetto si è rivelato più complesso del previsto, mettendo a volte in difficoltà la vita lavorativa e familiare.

Cosa vi portate a casa al termine di questa esperienza e quali sono le prossime tappe?

Portiamo a casa competenze e network utili alla crescita del team e dell’impresa. Le tappe più importanti che ci aspettano adesso sono avviare la certificazione della mappatura sviluppata con ULife e incontrare gli investitori.

Quali consigli vi sentite di dare a chi parteciperà alla seconda edizione della Impact Hub Fellowship?

Considerare che andrà investito parecchio tempo per lo sviluppo del progetto e che dovrà essere fatto in maniera costante. Inoltre fare attenzione nella creazione del team, accertandosi che competenze e motivazioni vadano di pari passo per ciascun componente. Per tutto il resto, buona fortuna!