A novembre la parola d’ordine a Impact Hub Milano è #Food for the Future: quale cibo per il futuro? È possibile convertire il settore agroalimentare in chiave sostenibile così da salvaguardare l’ambiente e risparmiare le risorse? Quali soluzioni per una produzione agricola in grado di rispondere ai bisogni alimentari dell’area urbana? 

Per approfondire questo tema abbiamo invitato alla Soul Salad di novembre l’associazione Orti d’Azienda che promuove e crea progetti a difesa dell’ambiente nei luoghi di lavoro, diffondendo la cultura dell’orto, della filiera corta, sostenendo la responsabilità sociale e la riqualificazione delle aree marginali e dei territori post-industriali

Durante tutto il mese – con la bacheca nello spazio di Impact Hub a farci da memorandum – ci lasceremo ispirare da progetti che innovano il settore agroalimentare in diversi Impact Hub del mondo. Qualche esempio?

Il progetto Urban Farmers di Mark Durno, Hubber di Impact Hub Zurigo; Pisco Trail di Nico Vera, Hubber di Impact Hub Bay Area; Chox di Clara Finzi e Fabio de Visintini, Hubbers di Impact Hub Trieste; We Deliver Taste di Nicola Robecchi, Hubber di Impact Hub Milano; Originàrio di Sissi Semprini, Hubber di Impact Hub Milano.

stefania