Lo scorso mese si sono conclusi i bandi di FabriQ, l’incubatore di innovazione sociale e della Impact Hub Fellowship for Longer Lives. Ecco i vincitori.

Le 5 startup vincitrici di FabriQ

FabriQ esiste per supportare i nuovi imprenditori le cui idee apportano innovazione nel sociale, nella cultura e nell’ambiente. Seicentocinquanta metri quadri capaci di ospitare fino a 15 startup alla cui crescita contribuisce Palazzo Marino con un apporto totale di 390mila euro, la Fondazione Brodolini e Impact Hub Milano. La finale del contest, alla quale hanno avuto accesso dodici idee imprenditoriali ne ha premiate cinque, ognuna delle quali si aggiudica un percorso di incubazione di nove mesi e un premio di 28mila euro. Nell’ordine, le idee scelte dalla giuria sono:

Geomundis
Geomundis: diamo valore al riciclo! Utilizziamo il rifiuto quale nuova linfa per la ripresa del commercio locale.  Creiamo un circuito di eco-marketing che permette di ottenere attraverso il riciclo degli sconti in tutti i negozi che decidono di partecipare gratuitamente all’iniziativa. Quello che fino a ieri consideravi un semplice rifiuto e veniva buttato, oggi può farti risparmiare sull’acquisto di tutti i giorni.

Social Experience
Il gruppo Social Experience è una realtà frutto di esperienze, nate spontaneamente sul territorio, in modo diverso le une dalle altre, unite dalla capacità di valorizzare le risorse agricole ai fini di inclusione/coesione sociale. Dal 2013 l’unione di queste competenze ha portato alla progettazione e sviluppo del progetto Social Farming. Obiettivo del progetto è creare una rete di relazioni tra imprese agricole, operatori sociali e consumatori attraverso la promozione e vendita di prodotti di agricoltura sociale. Per raggiungere l’obiettivo si è realizzata una piattaforma software e un web site, denominato “Social Farming” (www.socialfarming.it). La promozione e diffusione di buone pratiche di agricoltura sociale attraverso il portale permettono alle aziende agricole coinvolte di trovare una soluzione di compromesso efficiente tra gli obiettivi strettamente produttivi (vendita dei propri prodotti attraverso l’e-commerce) e quelli sociali e ambientali (raccolta finanziamenti per i progetti sociali presenti sul portale attraverso crowfunding).

CharityStars
CharityStars è una piattaforma di fundraising che mette all’asta per beneficenza memorabilia e incontri unici con celebrity. CharityStars è il più economico e semplice modello di fundraising che dona visibilità e migliora la reputazione dei VIP e permette ai fan di realizzare i loro sogni: conoscere le loro star preferite, possedere oggetti appartenuti a personaggi famosi e vivere esperienze uniche. In soli 9 mesi abbiamo raccolto più di 350.000 euro supportando più di 75 associazioni non-profit, tra cui organizzazioni internazionali come WWF, Save the Children, Emergency e Oxfam. Tutto questo è stato possibile grazie ai nostri oltre 150 testimonial e aziende partner come Eros Ramazzotti, Gigi Buffon, Mika, Lapo Elkan, Barbara d’Urso, Trussardi, Inter e SkySport.

TerraXchange
TerraXchange è un portale web che nasce con l’obiettivo di riutilizzare aree abbandonate e incolte attraverso la creazione di orti. Il proprietario del terreno vedrà il suo bene pulito, mantenuto e produttivo mentre l’orticoltore potrà cimentarsi nella coltivazione di ortaggi senza aver la necessità di acquistare lo spazio. La sinergia tra i diversi attori sarà promotrice di una capillare riqualificazione di aree in moltissime zone del nostro paese e non solo. TerraXchange ha l’obiettivo di rendere visibile, tramite mappe e contenuti, la community orticola presente e di mettere in relazione moltissime persone evidenziando come un’attività tradizionalmente individuale sia in realtà estremamente sociale. L’idea fondante è che, in realtà, non esistano terreni “improduttivi” e “senza valore” ma semplicemente senza alcun valore commerciale. Ogni singolo spazio incolto può essere adottato per fornire il bene più prezioso: il cibo. TerraXchange non è un portale immobiliare, il proprietario rimane il possessore del proprio bene e lo cede per un determinato periodo a orticoltori esterni in cambio di una quota di ortaggi raccolti. TerraXchange è online con un portale prototipo visibile su www.terraxchange.it

Xmetrics
I nuotatori sono abituati ad allenarsi facendo avanti e indietro in una vasca, come tanti salmoni da allevamento, senza avere le benché minima idea di cosa stiano facendo e come. E questo è ancora più vero per i nuotatori agonisti. Xmetrics è la nostra soluzione a questo problema. È un dispositivo da indossare sulla testa, estremamente ergonomico e leggero: una volta indossato non resta che iniziare a nuotare, senza modificare in alcun modo le proprie abitudini. Automaticamente registra ogni parametro di allenamento, dal numero di vasche alle pulsazioni, fornendo un riscontro audio immediato e aiutando i nuotatori a migliorare le loro prestazioni e raggiungere i loro obiettivi. Xmetrics è l’allenatore virtuale che ti segue in maniera precisa e puntuale in ogni fase dell’allenamento in piscina.

Premio Speciale della giuria: OmoG Naturali
Il progetto prevede la realizzazione e la commercializzazione di una nuova linea di omogeneizzati e vellutate, nel rispetto della dieta mediterranea, dai gusti innovativi per i più piccoli, ma anche per i più grandi. I prodotti utilizzati provengono da coltivazioni biologiche e a km 0. L’idea progettuale è di Antonio Torchia, cuoco di ventennale esperienza, che si è avvalso della consulenza pediatrica del Dott. Massimo Agosti e della consulenza tecnico scientifica di uno studio specializzato.

Per maggiori informazioni: www.fabriq.eu

La startup vincitrice di Fellowship for Longer Lives

Impact Hub Fellowship è un premio rivolto ad iniziative imprenditoriali focalizzato su specifici temi, che offre un programma di incubazione di un anno concepito per attrarre, selezionare e supportare imprese nella fase di early stage orientate all’impatto, con il fine di aiutarle a realizzare le loro innovazioni per un mondo più sostenibile. La Fellowship for Longer Lives, sostenuta da AXA in Italia e Swiss Re Foundation si rivolge a progetti innovativi che propongano risposte alle sfide poste dall’incremento delle aspettative di vita e dall’invecchiamento demografico.

U-Life
Premio “Fellowship for Longer Lives”. U-Life è una piattaforma che risponde ai bisogni dei turisti con esigenze speciali, offrendo a ciascuno la sua vacanza. Le 4 macrocategorie di accessibilità servite da ULIFE sono: fisica (motoria e sensoriale); familiare (nonni con passeggini, famiglie con disabili); culturale-linguistica (stranieri, immigrati senior); alimentare (intolleranze, celiachia, vegetariani).

 

vita_sgardello