“L’apertura di FabriQ è un segnale di speranza: Milano ha il coraggio di rilanciare in un periodo di crisi economica aprendo uno spazio dedicato all’impresa e all’innovazione sociale. È anche la dimostrazione che insieme si può andare avanti e questo avviene quando le istituzioni riescono a cogliere le buone iniziative di privati e cittadini”. Lo ha detto il sindaco di Milano Giuliano Pisapia ieri durante la presentazione di FabriQ, il nuovo incubatore per l’innovazione sociale del Comune che sarà gestito da Impact Hub Milano insieme alla Fondazione Giacomo Brodolini.

La presentazione di FabriQ è avvenuta a Villa Sheibler a Milano, nel quartiere di Quartoggiaro davanti a un pubblico di oltre 160 persone. A illustrare il progetto c’erano il Ceo di Impact Hub Milano Marco Nannini, il direttore Settore Innovazione Economica, Smart City e Università del Comune Renato Galliano, l’assessore alle politiche peri il lavoro Cristina Tajani, e il presidente del consiglio di zona 8 Simone Zambelli.

L’inaugurazione del nuovo spazio di 650 metri quadrati in via Val Trompia, dove avrà sede l’incubatore, è stata anche l’occasione per lanciare il nuovo bando del Comune per l’innovazione sociale di 140 mila euro attraverso il quale verranno selezionate le prime 5 imprese cui verrà data la possibilità di accedere a un percorso gratuito di incubazione della durata 9 mesi.

“Il bando sosterrà i vincitori e le vincitrici nel percorso di impresa, con contributi fino a 28 mila euro per ogni singolo progetto e assistenza per le attività di networking e incontri con potenziali investitori” ha spiegato Renato Galliano.

“FabriQ è uno spazio su due livelli che ospiterà dieci imprese in contemporanea” ha sottolineato Marco Nannini, Ceo di Impact Hub Milano. “Oltre a un proprio spazio all’interno dell’incubatore, ogni impresa potrà contare su un tutor, percorsi di formazione e di supporto per trovare nuovi finanziamenti. Le startup dell’incubatore milanese saranno inoltre messe in rete con le altre imprese sociale del network di Impact Hub, sia in Italia che all’estero”.

Al bando possono partecipare tutte le imprese costituite da meno di 24 mesi e quelle che si impegnano a costituirsi in soggetto giuridico entro 3 mesi dall’assegnazione del contributo. Maggiori informazioni sono disponibili su www.comune.milano.it alla sezione bandi.