State per scrivere una mail e avete un attimo di indecisione? Consultate prima questo decalogo. A cura di Chiara Bonomi, Hubber e co-fondatrice di Kokeshi

1. Non scrivere una email per dirimere un’incomprensione, è molto meglio una telefonata o un’incontro di persona

2. Non scrivere una email ogni ora sullo stesso argomento quando si possono aggregare più informazioni a fine attività (per la cronaca in tempo reale prova twitter)

3. Non scrivere una email che non serve a chi la legge

4. Non scrivere una mail se puoi usare una chat

5. Non scrivere una mail per criticare lavori, collaboratori, clienti, amici

6. Non scrivere una mail se i contenuti sono davvero riservati

.. ma se proprio la vuoi scrivere:

1. Usa tempo e cervello per scrivere l’oggetto della mail: corto ma significativo e meglio ancora se contiene la “call to acion”

2. Struttura i contenuti secondo la piramide rovesciata: prima le cose importanti, poi lo svolgimento e in chiusura introduzione, fronzoli e amenità

3. Scrivi una sola idea, un solo messaggio, un solo punto di attenzione per ogni singolo paragrafo

4. Struttura il più possibile i contenuti facendo uso di titoli, sottotitoli, elenchi, caratteri speciali

5. Usa un lessico semplice che attinge dal vocabolario di base e prediligi le espressioni concrete a quelle astratte

6. Non avere paura di andare a capo

7. Fai della sintesi il tuo nuovo mantra

Sopratutto ricorda:

se Ponzio Pilato avesse avuto un indirizzo email avrebbe fatto un “FORWARD”